Prestige

Il disegno esclusivo, l’impiego di materiali naturali, quali ceramica e legno, l’accuratezza dell’esecuzione manuale, rendono queste creazioni oggetti unici,

destinati a valorizzarsi nel tempo e a diventare pezzi da collezione.

Il magico mondo dell’infanzia, principale fonte d’ispirazione, dona semplicità e meraviglia anche agli oggetti destinat...

Il disegno esclusivo, l’impiego di materiali naturali, quali ceramica e legno, l’accuratezza dell’esecuzione manuale, rendono queste creazioni oggetti unici,

destinati a valorizzarsi nel tempo e a diventare pezzi da collezione.

Il magico mondo dell’infanzia, principale fonte d’ispirazione, dona semplicità e meraviglia anche agli oggetti destinati ad un pubblico più adulto.

Altro

Prestige 

Sotto-categorie

  • PHOTO & MELODY

    Perchè accontentarsi di una semplice cornice per una bella foto ? Con i nostri carioncini potrete conservare i vostri ricordi in un portafoto musicale. Girando la chiavetta posta nel retro del carillon in legno, inf atti, si caricherà carillon, e suonando farà girare i personaggi posti sopra alla cornice. Un idea originale per un regalo simpatico o una bellissima bomboniera.

  • FANTASIE AL CUBO

    Come in un caleidoscopio, i ricordi, le fantasie, i desideri si sovrappongono, si confondono e per poi tornare piano piano a separarsi e definirsi con chiarezza. Ognuno ci trasporta in un luogo, in un tempo ben preciso... reale o immaginario che sia!

  • Mammoccetti

    Piccoli carillon dipintissimi, coloratissimi, simpaticissimi, ironicissimi...

    Settembre 2015 

  • C’ERA UNA VOLTA

    Le fiabe sono una ricchezza da non disperdere; vanno conservate e soprattutto tramandate raccontandole ai propri bimbi che a loro volta racconteranno ai loro bimbi, che a loro volta ... Quando Virginia e Leonardo erano piccoli amavamo fare un gioco insieme: io iniziavo una storia, con luoghi epoche e personaggi inventati, poi insieme la continuavamo, arricchendola di fatti e misteri divertenti. I nostri viaggi in macchina diventavano così meno lunghi e noiosi.

  • Le Figurine
  • Al Parco Giochi

    “A quel tempo abitavamo a Padova che, come tutte le grandi città, diventa bellissima nelle mattine festive. Mio padre era solito portarmi a giocare in centro, in un par- chetto molto carino. A me piaceva soprattutto perchè vi erano tantissime giostrine. - Guarda papà l’altalena con le catenelle! Mi spingi? - Ci sono le molle, la carrucola, il dondolo..., dai giochiamo! - Papa, guarda! Sono brava?

    Di domenica in domenica cresceva il mio coraggio e non vi erano più giostrine a spaventarmi come in principio. Che belle quelle mattine, io e il mio Papà!”

    Virginia Polce, 2010 

  • Commedia dell'Arte

    “Che dire? Sull’argomento si è scritto di tutto: delle sue origini popolari, con canovacci sin- tetici e improvvisazioni necessarie, alla comparsa finalmente di attrici donne vere e non più uomini travestiti, ecc... ecc. Personalmente amo pensare che la semplicità dei copioni, il rip- etersi dei ruoli, l’ironia dei destini, il ritmo incalzante degli equivoci sono, allora come oggi, la rappresentazione della vita comune: una giostra dove gli attori girano e recitano mascherati, per poi presentarsi a fine spettacolo al giudizio del pubblico. Non è così anche per noi?”

    Gennaio 2010 

  • Fantacavalli

    Beh ... i Fantacavalli sono l’eccellenza della nostra produzione: connubio raffinato tra fanta- sia, tradizione e qualità realizzativa. Per ogni singolo manufatto, nella foggia, decorazione e finitura, si è attinto in quell’esperienza maturata in quasi 30 anni di attività.

     

    Gennaio 2014 

  • Pinocchio

    “Ho pensato di fabbricarmi da me un bel burattino di legno; ma un burattino meraviglioso, che sappia ballare, tirare di scherma e fare salti mortali. Con questo burattino voglio girare il mondo, per buscarmi un tozzo di pane e un bicchiere di vino; che ve ne pare?”

    Carlo Collodi

    Giugno 2016 

  • Musici

    “Quando alcuni anni fa ho avuta la fortuna di vedere ed ascoltare Chung Myung-Whun dirigere l’orchestra della Scala a Milano, ho capito che la musica classica ti può regalare delle emozioni fortissime soprattutto a teatro. Il mio palchetto era molto vicino all’orchestra ed era quasi possibile sentirsene parte: lo stridio delle dita sulle corde dei violini, il rumore delle pagine di spartito nel loro girare, i respiri dei fiati, i sospiri dei timpani, poi gli sguardi tra esecutore e maestro e nei volti di noi spettatori l’estasi mista a rapimento. Di un concerto adoro anche i silenzi, quello iniziale e soprattutto quello finale, quando si torna a terra e l’applaudire ti dà la certezza di farne parte”.

    Marzo 2011 

  • Pulcinella

    “Voi capite la fortuna che ha avuto Napoli ad avere avuto re Ferdinando I° di Borbone? E se noi per esempio avessimo avuto un re ottuso, cretino, analfabeta che non sapeva ne leggere ne scrivere... eh? E se noi per esempio avessimo avuto un re che non si sapeva comportare... un re buffone, un re lazzarone, scostumato, che popolo sarebbe diventato? E se per esempio avessimo avuto un re mariuolo, un re ladro, farabutto, imbroglione... noi che siamo un popolo che abbiamo la nomina di essere onesti, lavoratori, rispettosi... noi sarebbe diventati certamente un popolo di imbroglioni, farabutti, ladri e truffatori... come lui?!”

    Pulcinella, interpretato dal grande Eduardo De Filippo, in un brano del film: “Ferdinando I° Re di Napoli“ di Gianni Frangiolini, 1959 

  • ÉCOLE

    Da tempo questa stanza bussava ai miei sogni: forse per i gessetti straordinari di Degas, forse per le voci che riuscivo ad immaginare, con quel francese poetico e tecnico al contempo, o forse ancora per l’eleganza di quelle figure desiderose di perfezione... Ora è venuto il tempo per realizzare tutto questo e sono felice di presentarvi la nostra École de danse.

  • LO SCHIACCIANOCI

    “Era la vigilia di Natale, dove i confini tra realtà e sogno hanno il magico potere di dissolversi...”. Così ha inizio Lo Schiaccianoci, una magnifica fiaba che parla di sogni, di giochi, di paure e di amori.

  • Gatti e Misfatti

    C’è una stanza, di quelle belle di una volta, con un tavolo, una poltrona e tanti libri alle pareti. È quasi sera e tutto sembra molto tranquillo: quattro dolcissimi gatti stanno noiosamente giocando con alcuni gomitoli di lana. 

    Ad un tratto però, dalla gabbietta un uccellino vola via e finalmente comincia il divertimento... 

  • Antichi Giochi

    Ogni bambino ha un giocattolo che vede come il suo migliore amico, con cui crede di poter comunicare e immaginare che sia vivo, il cavallo a dondolo o l’automobile o qualunque altra cosa.

    Per noi, i giocattoli sono un tentativo di comprendere il mondo.

  • Bella Epoque

    La “Belle Époque” fu l’epoca dei sogni, delle illusioni e del progresso; l’umanità sembrava sospinta verso il migliore dei futuri, con la fine dei conflitti, l’aumento del benessere, le scoperte farmacologiche e le nuove invenzioni che rendevano la vita, sia lavorativa che privata, più semplice e comoda. Tuttavia questa è solo una faccia di quel periodo...

    Ottobre 2015 

  • Old Circus

    E’ un Circo retrò, dal sapore nostalgico, quasi d’altri tempi. Un circo dove clown, giocolieri e acrobati, animati dalle splendide melodie accuratamente scelte, vi trasporteranno in un modo di magia e poesia!

    Ottobre 2015 

  • Mare Antico

    Per un bambino ogni isola è un’isola del tesoro.” L’adulto è quel bambino che si ostina a non crederci.

  • Miracoli Italiani

    C’è Roma, Milano, l’Italia del miracolo economico.... c’è il nostro cinema migliore, c’è la

    mia infanzia... c’è il bianco e nero che ancora ho dentro...

    Settembre 2016